Trading di azioni: una guida per iniziare

Oggi scopriremo insieme come funziona realmente il mondo del trading nel settore azionario, che è senza dubbio uno dei mercati più avvincenti e gettonati negli ultimi anni, e che consente di investire in maniera semplice e veloce in svariate tipologie di mercati finanziari.

Gran parte dei titoli azionari vengono scambiati nelle borse, che sono i luoghi dove i compratori e i venditori si incontrano per decidere il prezzo di un certo titolo azionario. Molti centro borsistici hanno una locazione fisica e quindi le transazioni vengono fatte nel cosiddetto “floor”, basta vedere film come “Il Lupo di Wall Street” per capire di cosa stiamo parlando. L’altro tipo di hub, è completamente virtuale, composto essenzialmente da una serie di computer che permettono ai trader di fare trading online.

Lo scopo del trading azionario, è quello di facilitare le transazioni di beni tra i compratori ed i venditori, riducendo di gran lunga il rischio di investimento.

Provate ad immaginare quanto possa essere difficile vendere le azioni nel proprio quartiere, cercando di trovare un acquirente disposto a comprarle. In realtà, un mercato azionario non è altro che un insieme di acquirenti e venditori del mercato che sono collegati da software super-sofisticati.

La prima grande distinzione del mercato azionario è la seguente:

  • Mercato Primario
  • Mercato Secondario

Il mercato primario è il luogo dove i titoli sono creati (attraverso le offerte pubbliche iniziali), mentre il mercato secondario è il luogo dove gli investitori possono scambiarsi questi titoli senza dover avere a che fare con le società emittenti.

Il mercato secondario è il luogo dove la gente si riferisce quando si parla di mercato azionario. È molto importante capire che il commercio di azioni di una società non coinvolge direttamente la società stessa.

Il NSYE: il centro Borsistico più grande del mondo

Il più prestigioso centro di scambio in tutto il mondo è il New York Stock Exchange (NYSE). Il “Big Board” è stata fondata più di 200 anni fa, nel 1792 con la firma dell’accordo Bretton Woods da 24 agenti di cambio di New York City e commercianti. Attualmente il NYSE, con le scorte come General Electric, McDonald, Citigroup, Coca-Cola, Gillette e Wal-Mart, è il mercato di riferimento per le più grandi aziende in America.

Come fare trading azioni

Adesso che abbiamo scoperto in maniera facile e veloce che cosa è un centro borsistico e dove vengono scambiate le azioni, è arrivato il momento di capire subito come si fa il trading con le azioni.

In passato, quando ancora non eravamo sommersi da computer e smartphone, fare trading con le azioni era un’operazione abbastanza difficile e riservata a pochi “eletti”. Era necessario mettersi in contatto tramite telefono con il proprio broker, e chiedere via telefono quali azioni si volevano aprire. Era un’operazione ovviamente molto costosa e lunga da fare, in quanto l’intermediario doveva essere pagato.

Oggi con le piattaforme di trading online CFD è possibile iniziare a fare trading anche con pochissimi fondi, anche da 10 a 100 euro. Il tutto viene fatto istantaneamente, con un click.

Un CFD, o anche Contratto per differenza, è un accordo tra due parti per scambiare la differenza tra il prezzo di apertura e il prezzo di chiusura di un contratto.

I CFD sono prodotti derivati che consentono di fare trading sui movimenti dei prezzi di mercato (azioni, forex, materie prime etc) in tempo reale senza realmente possedere lo strumento sottostante su cui si basa il contratto.

È possibile utilizzare i CFD per speculare sui cambiamenti dei prezzi di mercato, indipendentemente dal fatto che i mercati sottostanti siano in aumento o in diminuzione. Si può andare infatti non solo “Long” (acquistare) ma anche short (vendere un titolo azionario), che consente di guadagnare dal calo dei prezzi, o coprire il portafoglio per compensare eventuali perdite potenziali nel valore degli investimenti fisici. Inoltre, con svariate migliaia di titoli azionari sui quali è possibile commerciare, è possibile ottenere un’esposizione sui mercati che prima era letteralmente impensabile. Broker come Plus500 o eToro, o anche Markets, permettono il trading su azioni, indici, valute, materie prime e molto altro ancora, ecco i mercati più popolari al momento:

https://www.dropbox.com/s/v9j6kdqwfqjv63j/Screenshot%202016-09-09%2008.46.59.jpg?dl=0

Entrare nel mondo del trading su azioni, non è mai stato così facile e a portata di tap. Esatto, è possibile iniziare a fare trading con le azioni anche direttamente dal proprio smartphone.